Tra un niente e il tutto

prima di me_

Prima di questo libro c’era una domanda: ‘Come eravamo prima di venire al mondo?’ Luisa Mattia ha raccolto le ipotesi dei bambini, le ha custodite in silenzio fino a quando non si sono fatte eco nei pensieri e poesia sui fogli.

È un libro scritto in prima persona dove ti accolgono subito un quesito e poi un altro e un altro ancora: C’era il niente prima di me? Cos’ero prima di me? E dove? Interrogativi grandi risolti con soluzioni prese in prestito dai sogni che oscillano tra un niente e il tutto, portate su carta da una matrice di legno e il suo segno contrario.

Prima-di-me_3

‘Prima di me’ è fatto di parole che giocano, si rincorrono, si richiamano da un foglio all’altro; sono venute a tratteggiare suggestioni più che a dettare i limiti di un racconto. Sono brevissimi versi che avanzano veloci e si fermano; sembrano palpiti tenuti stretti dai segni di punteggiatura.

Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli per disegnare le figure del libro usano una tecnica di stampa con sagome di legno e torchio rendendo immediatamente riconoscibile il segno fatto di materia e di memoria delle opere di MOOK. Poche forme essenziali si combinano in modo differente sulle pagine e tracciano figure nuove che si trasformano e sono rami, zampe,  uccelli; sono mare e casa, uovo e gelato, occhio e arcobaleno.

I disegni legnosi si spostano leggeri nel libro, seguono il flusso delle parole, anticipano il suono di ciascun termine e giocano con il ritmo di ogni doppia pagina; tutto questo fino a quando ciò che nasce prende forma: ha i colori del libro e profuma, come ogni neonato, di casa e di viaggio.

Prima-di-me-2

Una considerazione a margine del libro. Quando un bambino atteso non nasce restano una madre e un padre muti davanti al dolore sordo di quella perdita. Resta un lutto per chi non ha avuto nemmeno il tempo e la possibilità di essere corpo. Rimangono due adulti orfani di parole capaci di dire il tutto che hanno perso. Luisa Mattia ha dedicato ben dieci doppie pagine del libro per spiegare di cosa è fatto un non-so e così facendo  ha regalato preziose e immense parole anche a quei genitori. Grazie, anche per questo.

 

Prima di me, di Luisa Mattia e Mook, Topipittori, 2016

Categorie:i libri

Tagged as: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...