Non è l’amore che va via

Polline, di Davide Calì e Monica Barengo, Kite edizioni

Polline, di Davide Calì e Monica Barengo, Kite edizioni

Nostalgia d’amore, di questo racconta ‘Polline’. Di quando l’amore si fa tristezza e si colora, come nel libro, di tinte malinconiche. Tutti, grandi o bambini, sanno ciò di cui parla Calì nel libro. Le forme dell’amore sono tante. E forse ognuno avrà il suo amore a seconda dell’età e delle esperienze. Per tutti, quando si ha la sensazione di essere rimasti senza quell’amore, occorrono abbracci caldi e profumati a consolare l’anima. E, forse, anche libri così.

‘Polline’ comincia con la sorpresa di un amore. Un fiore bianco che sboccia inaspettato in un giardino. Tra tutti, diventa il preferito, oggetto di attenzioni e cure. Il pensiero costante che riempie i giorni e ne profuma le ore. E tu che leggi senti la delicatezza e la gioia di un sentimento che cresce nei riti quotidiani. Mentre, intorno, tutto il giardino si colora di petali bianchi.

Accade poi che qualcosa cambia. Il fiore non c’è più.

Polline, di Davide Calì e Monica Barengo, Kite edizioni

Polline, di Davide Calì e Monica Barengo, Kite edizioni

L’assenza la cogli subito. È disegnata da Monica Barengo, attraverso un contorno tratteggiato che limita una forma vuota. E poi rappresentato nelle pagine successive, come sfondo degli oggetti della casa. Assidua, muta presenza. Riconosci quel fiore nella sveglia, sulla tovaglia, sulle pareti, dentro la tazza. Cominci a sentire il peso della mancanza in tutte le pagine successive. Quando le parole diventano rimpianti, dubbi su possibili, colpevoli errori commessi inavvertitamente. All’irrequietezza degli interrogativi fanno eco i repentini cambi di prospettiva con cui l’illustratrice ci porta nella storia.

Polline, di Davide Cali e Monica Barengo, Kite edizioni

Polline, di Davide Calì e Monica Barengo, Kite edizioni

Dunque ho amato e curato questo fiore inutilmente?’

Sono queste le parole che Davide Calì usa per racchiudere la tristezza e la fragilità di chi si trova a dover accettare la mancanza di un amore che non c’è più.
La risposta alla domanda potrà anche essere suggerita dalla cornacchia. Ma alla fine non la senti. La respiri. Ora l’aria odora di polline.

Polline. Una storia d’amore, di Davide Calì e Monica Barengo, Kite edizioni, 2013

Categorie:i libri

Tagged as: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...